Corsa alla Spada e Palio di Camerino maggio 2010

Anche in questo  2010 la Grande festa della Città di Camerino si ripeterà nel mese di MAGGIO con tanti giorni di festa, manifestazoni, attività e tanta tanta allegria….impossibile mancare…….

…….Ieri 24 maggio si è conclusa la lunga festa ( 15 giorni, 15 notti) della città di Camerino. Rievocazione storico-religiosa che come tutti gli anni riscontra un enorme successo, definita come la migliore festa della provincia. Cortei storici, incontri culturali, mostre, concerti musicali, taverne aperte per la cena, fiere…..e tanto altro…..

Ieri, con una grane partecipazione di pubblico, il Palio è stato vinto dal “Terziero di Mezzo” (parte dove si trova la Scuola e gli alloggi degli studenti, che infatti hanno contribuito con un gran tifo e sicuramente portando fortuna), mentre la Spada è stata vinta dal “Terziero di Sossanta”.

Quasi tutti gli studenti hanno partecipato direttamente al Corteo Storico nei panni di Conti, Signori e Contesse e anche di Popolani……grazie ragazzi siete fortissimi……e non solo…..La nostra bravissima insegnante Irene fa parte, ormai da tanti anni, del gruppo di Sbandieratori della Corsa alla Spada, uno spettacolo nello spettacolo……

…in attesa di ricevere altre foto intanto possiamo ammirare queste bellissime immagini…..

Annunci

La ricetta del mese: Spaghetti alla Carbonara

Inauguriamo da oggi una nuova rubrica che crediamo possa essere utile a tutti noi…..
“Le ricette italiane” che ci piacciono di più

Oggi parliamo di uno piatto buonissimo, facile e rapido da preparare.

Spaghetti alla Carbonara

La pasta alla carbonara è un piatto rustico caratteristico di Roma ma è  mangiato in tutta italia (ogni regione ha le sue varianti), famoso in tutto il mondo per la semplicità degli ingredienti impiegati, per il gusto intenso e piuttosto piccante. È un piatto ad alto contenuto calorico.

Il tipo di pasta tradizionalmente più utilizzato sono gli spaghetti, anche se si prestano bene altri tipi di pasta lunga o alcuni tipi di pasta corta. In particolare a Roma, nelle osterie di maggiore tradizione, è d’obbligo abbinarla ai rigatoni.

Taluni imputano le origini della carbonara a Roma, altri le collegano ai carbonai dell’Umbria, altri ancora ne rivendicano la vera paternità al paese pugliese di Carbonara, nella provincia di Bari, altre fonti la considerano una tipica ricetta del Piemonte[1]; e c’è invece chi ne attribuisce la paternità ad Ippolito Cavalcanti, nobile napoletano che ne aveva pubblicato la ricetta in un suo libro.

Altri dicono che sia legato agli aderenti ai moti carbonari e che sia stato inventato da loro, gli ingredienti della ricetta essendo di facile reperibilità anche nei nascondigli.

Si tramanda anche la provenienza del termine come piatto tipico dei carbonai, per la facile reperibilità e conservazione degli ingredienti. Infatti per realizzare la carbonella era necessario sorvegliare la carbonaia per lungo tempo e quindi era importante avere con sé i viveri necessari.

Ma ora passiamo alla ricetta che abbiamo trovato nel bellissimo sito internet dedicato alla cucina http://www.giallozafferano.it

Mettete sul fuoco una pentola contenente abbondante acqua che, a bollore, salerete moderatamente, in considerazione del fatto che la pasta ha già un condimento molto sapido a base di pancetta e pecorino. Introducete quindi gli spaghetti nell’acqua.

Nel frattempo tagliate il guanciale in dadini o listarelle, mettetelo in un tegame con l´aggiunta dell´olio e fatelo friggere fino a quando il grasso non sia diventato trasparente e leggermente croccante, quindi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire leggermente.

Sbattete intanto le uova in una ciotola quindi unite il pecorino,  il pepe macinato (secondo i gusti) e, nel momento in cui scolerete la pasta, il guanciale; assaggiate  il condimento ottenuto e, se necessario, aggiustate di sale.

Scolate la pasta e, senza saltarla sul fuoco, versatela ed amalgamatela nella ciotola unitamente alla salsa precedentemente preparata.

Servite gli spaghetti alla carbonara immediatamente e all´occorrenza aggiungete altro pecorino e pepe nero macinato.

BUON APPETITO A TUTTI