Il Camerte dell’anno 2011-Prestigioso Premio alla Dante

 

ImmagineUn momento suggestivo per la città ducale è il Premio Il Camerte “Appuntamento ormai tradizionale” come ha sottolineato, nell’inaugurare l’evento, la dott.ssa Donatella Pazzelli presentatrice della prestigiosa cerimonia, giunta alla XIV edizione. Fiore all’occhiello dell’intenso calendario dell’Associazione Turistica “Pro-Camerino” “IL CAMERTE” si avvale della collaborazione dell’assessorato alla cultura e al turismo e del patrocinio dell’amministrazione comunale.
Nella sala consiliare di Palazzo comunale Bongiovanni l’ambito premio è stato assegnato, sabato 14 gennaio, alla Scuola Dante Alighieri di Camerino (direttrice Gabriela Gagliardini, coordinatrice Anna Poeti) per l’incessante organizzazione di soggiorni di studio, grazie ai quali la città di Camerino viene conosciuta e valorizzata in Italia e all’estero.
L’artistica riproduzione del busto di Giulio Cesare da Varano, signore e mecenate della Camerino quattrocentesca, è stata quindi consegnata ai rappresentanti della Scuola Dante Alighieri dal sindaco Dario Conti e dal presidente dell’Associazione Turistica “Pro-Camerino” Renzo Riccioni.
La Scuola svolge meritoria attività culturale e turistica – sottolinea il vicesindaco e assessore alla cultura e al turismo Gianluca Pasqui – e sta portando il nome di Camerino nel mondo e nello stesso tempo…il mondo a Camerino perché sono sempre più numerosi i ragazzi che arrivano da ogni parte del globo!”.
“La Scuola di italiano “Dante Alighieri” in dieci anni ha portato a Camerino centinaia e centinaia di studenti – sottolinea ancora l’ass Pasqui – provenienti da 61 nazioni (tra cui Australia, Argentina, Brasile, Spagna, Germania, Russia e Giappone) che, oltre ad imparare l’italiano, hanno avuto occasione di conoscere l’Italia e Camerino in particolare!”.
Nella cerimonia sono stati conferiti altri due importanti riconoscimenti per ‘incoronare’ camerti eccellenti: il dott Marco Chiarello direttore dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Area Vasta 3 e il maestro pasticcere Paolo Attili del Torrone Francucci. Due significative personalità che nel 2011 si sono particolarmente distinte.

La cerimonia è stata allietata dagli intermezzi musicali a cura della pianista Chiara Ercoli e del maestro soprano Frédérique Anne Willem.

Annunci

277° anniversari della nascita di Alessanfro Manzoni

ImmagineAlessandro Manzoni su Google, protagonista oggi del doodle solo per la versione italiana del motore di ricerca: il logo raffigura i personaggi della sua opera più famosa, I promessi sposi.

L’innominato, la monaca di Monza, Lucia, Renzo, Don Rodrigo e Don Abbondio.  Il romanzo storico, tra i capolavori assoluti della letteratura italiana, è stato pubblicato nella sua prima versione nel 1823, sotto il nome di Fermo e Lucia, mentre è del 1827 la versione intitolata: “I promessi sposi, storia milanese del sec. XVII, scoperta e rifatta da Alessandro Manzoni“. E’ del 1840 invece la versione che meglio conosciamo, punto di riferimento assoluto e ben studiato nelle scuole del nostro paese.

Nato a Milano il 7 marzo 1785, Alessandro Francesco Tommaso Manzoni è conosciuto e studiato anche per gli Inni Sacri (La Resurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione, La Pentecoste) scritti tra il 1812 e il 1822, le odi civili come Marzo 1821 e Il Cinque Maggio, le tragedie Il Conte di Carmagnola e l’Adelchi.

È considerato uno dei maggiori romanzieri italiani di tutti i tempi, principalmente per il suo celebre romanzo I promessi sposi, caposaldo della letteratura italiana.

Fu senatore del Regno d’Italia.

La Scuola Dante Alighieri di Camerino naturalmente consiglia a tutti gli studenti di italiano, nel mondo e in Italia, di leggere almeno una volta questo bellissimo ed interessante romanzo.

Buona lettura a tutti